IMG_3247

Pulcini 2007 in grande spolvero in quel di Bastardo. Piazza d’onore senza sconfitte e senza reti subite.

Una selezione del gruppo dei Pulcini 2007 ha partecipato al IV Memorial Ernesto Pugnali, manifestazione fiore all’occhiello della società che ha visto la presenza di oltre 100 squadre in rappresentanza di 31 società in svariate categorie e che ha visto disputare il Trofeo per la categoria Pulcini 2007 presso lo Stadio Romoli di Bastardo. Per impegni a volte concomitanti, l’A.S.D. Junior Santa Sabina si è presentata all’evento con una selezione mista del proprio nutrito gruppo, con la direzione tecnica di Gabriele Nicoletti. La selezione ha vinto il proprio gruppo eliminatorio con tre vittorie su tre partite, qualificandosi alla grande per le semifinali che sono state oltremodo impegnative, ma che comunque hanno visto i ragazzi di Santa Sabina farsi onore e passare il turno nonostante un’inopinata sconfitta contro i forti bambini del Calcio Marte Todi.

IMG_3246Ieri, durante le fasi finali per la vittoria del Trofeo, i ragazzi rossoblù agli ordini di mister Nicoletti hanno avuto modo di riaffrontare i ragazzi del Calcio Marte Todi, per una sfida molto molto appassionante, conclusasi 1-0 grazie ad una partita attenta della retroguardia, gagliarda in fase di costruzione e volitiva in fase conclusiva. Di Filippo Tank Mattioli la bella rete della vittoria, che permetteva ai rossoblù di presentarsi alla terza partita a pari punti con la squadra di Foligno dello C4, che nel frattempo aveva battuto 3-2 i tuderti del C.M. Todi rimontando da 1-2 a tre minuti dal termine. La partita di finale è stata stata semplicemente epica. Arbitri, spettatori, addetti alla cucina, parcheggiatori, si sono fermati a gustarsi una sfida fatta di cross, passaggi, tiri, parate, colpi di testa senza esclusione di colpi, sportivamente parlando. La squadra di Foligno con fisicità, tecnica e caparbietà attaccava a testa bassa, ma la retroguardia rossoblù non mollava un centimetro e rispondeva mettendo cuore e classe ad ogni colpo. Il pari, per il regolamento, prevedeva la vittoria del trofeo per la C4, quindi occorreva una vittoria, che i ragazzi di gabriele sfioravano a più riprese, da ultimo con una spettacolare azione del Tank Filo a due minuti dal termine, quando copiando un George Weah di latra generazione, s’involava dalla propria area di rigore, presentandosi in area avversaria e calciando fuori di pochissimo, tra gli applausi fragorosi del pubblico.

IMG_3248Alla fine secondo posto, tra il tributo degli organizzatori per la correttezza e l’educazione dei ragazzi (che vale il vero nostro premio), gli applausi delle altre squadre per l’imbattibilità giornaliera, oltre un’ora di gioco recuperi compresi senza subire reti, e la festa dei genitori per una serata bellissima. Grazie alla disponibilità di tutti i genitori per essersi sobbarcati le tre trasferte Perugia-Bastardo, un saluto e una medaglia per il mancino Daniele, impossibilitato a giocare la finale, ma protagonista assoluto insieme ai suoi compagni nel percorso fatto per arrivarci e soprattutto un abbraccio a tutti i Pulcini rossoblù, bravissimi come sempre. Ora sotto a chi tocca al Trofeo Mariotti.

IMG_3247

facebook_1464385760280

Stagione 2015-2016 in archivio per i Giovanissimi di mister Jacopo Giugliarelli

TORNEO MARIOTTI

GIOVANISSIMI 2002

GIOVANILI DERUTA SAN NICOLO’ – SANTA SABINA 4 -1

Titoli di coda per i ragazzi di mister Giugliarelli, che al torneo di casa cedono il “pass” al Deruta – San Nicolò dopo una buona partita giocata in un quasi torrido pomeriggio. Mister Giugliarelli sperimenta una difesa a tre per testare i suoi ragazzi a giocare ad uomo. Quindi si parte con Daniele Cuppoloni a difesa della porta rossoblù, Francesco Martinelli terzino destro e a sinistra Francesco Checcarelli, centrale Mattia Frattegiani.  A centro campo giostrano la palla Nicolò Caporalini, Alessandro Cornicchia,  Giammarco Sciurpa e sulle fasce, pronti a rinforzare il centrocampo,  Riccardo Cecchetti e Lorenzo Fuso. Punte,  Federico Cerinei e Sebastian Guzman. In avvio subito la difesa traballa e per poco il Deruta non passa in vantaggio, ma poco dopo è il Santa Sabina che, assestatosi in campo a dovere, con una buona trama palla a terra, porta un pericolo alla porta degli azzurri derutesi . Si vede del bel gioco, soprattutto da parte dei ragazzi del Santa Sabina che partendo dalla retroguardia difensiva salgono sino al limite dell’area di rigore con pochi tocchi. Poi però, sia per imprecisione al tiro che per interventi dei difensori, la palLa non si avvicina più di tanto alla porta avversaria. Allora ci pensa da lontano a perforare la porta avversaria, Nicolò Caporalini. Per un tocco di mani al limite dell’area del Deruta, l’arbitro assegna la punizione;  il giovane rossoblù sorprende il portiere ospite con un bel tiro ad incrociare sul palo più lontano.  La gioia del vantaggio però dura poco, appena tre minuti: sembrava una palla innocua quella giunta nella zona arretrata, ma la tenacia di un attaccante del Deruta fa si che rubato il tempo al difensore, serve un invitane pallone ad un compagno che solo davanti al portiere non ha altro gioco che deporre la palla in rete. Per nulla scoraggiati dal repentino pareggio, la truppa rossoblù riprende a giocare come sa fare e diverse sono le conclusioni verso la porta avversaria, ma Guzman, Cerinei, Fuso e Cornicchia non trovano spazio e ottima mira per riprendersi il mal tolto. Anche Cecchetti e Sciurpa partecipano attivamente alle manovre offensive, ma manca sempre quel pizzico di buona sorte.  E di tanta sfortuna ne trova giovamento il Deruta che alla prima occasione, approfittando di una palla vagante al limite dell’area, si porta in vantaggio con un bel tiro dalla distanza sul quale il bravo e incolpevole Cuppoloni non può far nulla. Si va così al riposo con un 2-1 che, visto l’andamento dell’incontro sembra poter essere ripreso… appunto sembra!!! I ragazzi ci mettono tutto l’impegno e buone individualità, ma non c’è nulla da fare: a noi la palla non entra, agli altri si, per altre due volte. Andiamo con ordine: il Santa gioca palla a terra, senza mai buttarla  via, ma trova nella difesa un muro insormontabile. Le poche occasioni segnalabili sono un tiro a fil di traversa di Guzman, uno … alle stelle di Fuso, un paio di tiri ribattuti a Cerinei e Caporalini in area. Cuppolini in questa fase di gioco è quasi inoperoso: solo un tiro ben controllato con presa a terra e un paio di interventi da difensore aggiunto, ma proprio “ordinaria amministrazione” Invece il Deruta, con poca fatica e tanta fortuna trova il gol del 3-1 con un tiro scoccato dal limite dell’area di rigore che Mattia Consalvi, subentrato a Daniele Cuppoloni, riesce solo a deviare leggermente senza impedirgli di insaccarsi alle sue spalle. Entrano anche Mattia Segaricci per Francesco Checcarelli (problemi muscolari per lui) e Francesco Spaccapelo per un affaticato Riccardo Cecchetti. Il Deruta ha più energie (panchina più lunga) e ne approfitta per pressare un po’ di più la difesa rossoblù  che comunque regge ancora: escono bene da contrasti Martinelli, Frattegiani e Segaricci, ma la stanchezza si fa sentire e la manovra non ha più sbocchi in avanti. Per un infortunio Mattia Frattegiani deve lasciare il campo e rientra, dopo un lungo periodo di convalescenza, Riccardo Sagarriga Visconti. Mancano pochi minuti alla fine dell’incontro quando da una punizione per il Deruta scaturisce la quarta marcatura a dir la verità alquanto fortunosa: la palla, crossata in area e chiamata a gran voce dal portiere, viene sfiorata sia da un difensore che da un attaccante derutese (non si sa infatti a chi assegnare il gol o autogol..) e Mattia Consalvi viene messo fuori causa. Finisce l’incontro che decreta l’uscita dal torneo dei nostri ragazzi. Dispiace per l’epilogo della stagione, ma c’è la consapevolezza che sul piano tecnico-tattico i ragazzi non sono inferiori a nessuno; certo fisicamente abbiamo patito molto ma arriveranno anche i “centimetri” e qualche “chiletto” in più e allora vedremo altre partite !!!! Buona estate a tutti e sempre FORZA SANTA SABINA!!!

facebook_1464385760280

Un particolare ringraziamento a Pierluigi Martinelli, autore di decine e decine di articoli, scritti con brio, ironia e leggerezza, raccontando le gesta dei ragazzi, senza mai esasperare l’aspetto squisitamente sportivo, con un tocco di eleganza sopraffina. Stagione in archivio, ma attendiamo tutti l’avvio della prossima per poter continuare ad apprezzare i tuoi pezzi. Buona estate a tutti voi.

I Piccoli Amici inanellano l’ennesima vittoria…semifinale conquistata al Mariotti

Torneo Mariotti

Santa Sabina – Vis Foligno   2-0   (3-0   0-0   5-1)

Oggi si decide la nostra posizione nel girone del torneo; se perdiamo rischiamo addirittura di uscire al girone, se pareggiamo o vinciamo rimaniamo aggrappati come minimo al secondo posto in attesa dell’ultimo match del Tuoro. Per la gara Schipilliti decide di portarsi: Anas, Antognarelli, Cavalaglio, Cofone, Lepri, Monsignori, Pasqualoni, Pispola, Sabatini, Tomassini. Si comincia con i nostri un po’ inceppati finchè, un tiro rocambolesco di Antognarelli finisce in rete. Andiamo sull’ 1 – 0 e tutto diventa più facile, inizamo a giocare come sappiamo e raddoppiamo con Lepri e chiudiamo sul 3 – 0 con Antognarelli.  Inizia la seconda frazione e partiamo subito all’assalto per prenderci anche il secondo tempo, però nonostante i ripetuti assalti e contropiedi, regge il muro della Vis Foligno che ci obbliga ad impattare sullo 0 – 0. Quest’anno è storia complicarci la vita, e poco dopo il fischio di inizio dell’ultima frazione, subiamo un calcio di rigore contro (ancora un rigore); parte il tiro, Sabatini tocca ma non basta. Palla che termina in rete toccando il palo di sostegno e poi uscendo: chi grida al miracolo, chi festeggia il portiere, ma l’arbitro senza cuore concede la segnatura: Santa Sabina 0 – Vis Foligno 1. Siamo pari in quanto a tempi. Ma questo è lo schiaffo che ci sveglia. Ripartiamo subito e in meno di due minuti Lepri, con una pregievole doppietta ribalta il risultato. Poi discesa di Tomassini sulla fascia, palla in mezzo, attraverso una selva di gambe fino ad arrivare a Pispola che non sbaglia. Colpiscono poi nuovamente Lepri e Tomassini per chiudere il punteggio sul 5 – 1. Terminiamo quindi il girone a 7 punti restando in attesa dell’ultima gara che determinerà anche la nostra posizione. Intanto Schipilliti raggiunge un’altra semifinale importante (in attesa di Sanfatucchio) e lancia lo sprint finale della stagione. A presto.

Lo squadrone di mister Skip
Lo squadrone di mister Skip
Giacomo Ortiz de Oliveira

LA CILIEGINA SULLA TORTA PER I GIOVANISSIMI FRESCHI DI PROMOZIONE DI OSCAR CARDONE

Giacomo Ortiz de OliveiraLa convocazione è assolutamente individuale, meritato riconoscimento per una stagione fantastica, nella quale ha giocato in modo incredibile, con classe, tecnica, fantasia e tanta sostanza. Un vero e proprio trascinatore nato. Di chi stiamo parlando? Giacomo Ortiz de Oliveira, al quale vanno gli applausi di tutti i tesserati del Santa Sabina, dei suoi compagni di squadra, dei genitori, della dirigenza e di tutta la società, per aver conseguito la Convocazione nella Rappresentativa Regionale, Categoria Giovanissimi, per la 55^ Edizione del Torneo delle Regioni che si disputerà in Calabria dal 28 maggio al 4 giugno. Giacomo si è guadagnato la convocazione grazie ad una stagione giocata ad altissimi livelli, per la sua costanza e determinazione, ma è un premio anche alla squadra, alla sua squadra, quei Giovanissimi del Santa Sabina che hanno colto un traguardo fantastico, la Promozione nel Campionato di A1, ‘apertura di un cancello’ per le generazioni future in seno alla società. I premi individuali, nel calcio come in altri sport di squadra, sono il giusto tributo alla classe ed alle capacità del singolo giocatore, ma nessun atleta al mondo può cogliere successi, senza il fondamentale ed indispensabile contributo della squadra. Quindi ancora i complimenti a tutta la rosa dei Giovanissimi del Santa Sabina e straordinari complimenti  a Giacomo, degno rappresentante della squadra, per la convocazione in Rappresentativa Regionale, ambito premio per ogni ragazzo impiegato in campionato. In bocca al lupo per il Trofeo, Giacomo.

rappr.001