Nel return match contro i biancorossi grifoni, i SantaFly ingranano la marcia giusta ed è ‘punto, gioco, partita’!

Esordienti 2005 Michele Gatti

Santa Sabina – Perugia 3-0 (4-0, 1-0, 1-0)

Monti 1 – Albertario 1 – Bietta 1 – Del Buontromboni 1 – Castello 1 – Autogol 1

“Mi piace l’odore di napalm la mattina … profuma come di vittoria” (Ten. Col. William “Bill” Kilgore – Apocalypse now). Analizziamo questa citazione. Mattina era indubbiamente mattina (grazie mister organizzare la partita alle 9 il giorno del cambio di orario non ha prezzo), al posto dell’odore del napalm c’era quello degli scarichi di una cinquantina di moto in partenza per un raduno  (sigh), ma la vittoria c’è stata e profumava signori eccome se profumava.

Santa Sabina 26 Marzo 2017, tra le “mura” del Flavio Mariotti, come anticipo della quarta di ritorno, ospitiamo i grifoncelli che ci hanno battuti all’andata. I ragazzi del Santafly2005 sono carichi come molle decisi a rifarsi della sconfitta rimediata. Si parte con Tomassini, Morlunghi e Cappelli a fare da argine davanti a Carlani, Bietta vertice basso di metacampo, Albertario e Monti sulle fasce e Del Buontromboni a rifinire dietro l’unica punta Pieroni. La partenza è subito a mille a schiacciare gli ospiti nella loro metà campo ed al primo minuto, Pieroni strappa la palla al centrale biancorosso serve Monti che ci porta subito in vantaggio. Continuiamo a pressare in modo asfissiante ed a creare occasioni per incrementare il vantaggio, il Perugia, per contro, prova a farsi vedere in contropiede, con l’ala che però viene bloccata da Cappelli in collaborazione con Morlunghi, e con un tiro dalla lunghissima distanza (unico verso la porta dell’intero incontro) facile preda di Carlani.

Al decimo è Del Buontromboni, servito da Pieroni dopo una bella discesa sulla fascia sinistra, a portarci sul 2-0 con un bellissimo tiro che si infila sotto l’incrocio dei pali. Un minuto dopo Albertario triangola con Pieroni, che lo mette davanti al portiere, ed a trovare il 3-0 con un tiro a giro degno del miglior Del Piero. Al quindicesimo è capitan Tomassini, inesauribile guida di un reparto difensivo inespugnabile, a cercare gloria da fuori area mancando il bersaglio di poco. Il portiere del Perugia tiene a galla i suoi prima con due bei interventi su Bietta da lontano e su Albertario, che tenta di approfittare della ribattuta, e poi in uscita su Monti. Al diciannovesimo però da calcio d’angolo battuto corto Pieroni, vero assist man di giornata, serve Bietta per il 4-0 su cui si chiude la frazione.

Il secondo tempo si riparte con Vaselli tra i pali, linea difensiva immutata, centrocampo composto da Ranocchia, Paolo Ricci e Scarabattoli sulle fasce, Castello vertice alto ed Ale Ricci davanti. La partita, benché sempre di marca rossoblu, si fa più equilibrata e combattuta a meta campo. Il Perugia prova a raddrizzare il match ma la nostra linea difensiva oggi è un muro e non c’è verso. Anche noi però fatichiamo di più a costruire ed il risultato rimane inchiodato nonostante un paio di occasioni ed un clamoroso palo di Ranocchia da fuori area dopo una bella discesa centrale.

Ci pensa Castello al tredicesimo, con una perla su punizione dalla trequarti, ad indovinare l’angolo giusto ed a portarci in vantaggio.

I biancorossi provano a reagire sfruttando le fasce ma Morlunghi e Cappelli giganteggiano e quando tentano la via centrale sbattono invariabilmente contro “the wall” Tomassini impegnato a mantenere lindi i guanti di Vaselli. Sono anzi i ragazzi del Santafly2005 a sfiorare il raddoppio al diciassettesimo con Ranocchia servito da Paolo Ricci.

Il terzo tempo si apre con la formazione schierata all’avvio. Ci prova Albertario al terzo minuto, servito da Monti, ma la conclusione è debole ed inefficace. Ancora Monti mette al volo una palla al centro che però non trova la deviazione decisiva né di Pieroni né di Albertario ben piazzati. Il Perugia, per contro, ci prova all’ottavo su punizione ma senza esito. Al dodicesimo ci riprova Albertario ma il tiro è centrale e facile preda del portiere. Ci prova anche Paolo Ricci dopo una bella discesa sulla destra, ma il tiro va fuori. L’unico intervento del nostro Vaselli consta invece di un uscita con i piedi fuori area con la palla che, colpendo il cavo delle reti di separazione, lo mette in difficoltà e richiede una sua seconda uscita a bloccare la palla.

Al diciannovesimo Ale Ricci raggiunge di forza il fondo, prova il cross e trova la deviazione del centrale avversario nella propria porta 1-0.

Il Perugia prova a recuperare ma sono ancora i rossoblu a portarsi avanti, Castello porta palla dalla nostra alla trequarti avversaria, serve Ale Ricci che viene chiuso dal portiere, la difesa avversaria prova a liberare ma la palla arriva a Tomassini che dalla trequarti lascia partire un missile che si schianta sulla traversa, Pieroni prova a ribadire in rete in mezza rovesciata senza però trovare il bersaglio.

La gara si chiude con la profumatissima vittoria del Santafly2005 e nell’aria, oltre al ritrovato “1, 2, 3, Santa Sabina olé”, si avverte di nuovo un sentore di napalm … ah no, è solo un altro gruppo di motociclisti (sigh).

-1-1

 

Per la serie ‘Non Solo Calcio a Santa Sabina’, approfittando del turno di riposo, i Pulcini 2007/Esordienti A si misurano nel Campionato di Atletica!

IMG_9170.JPG

Giornata di pausa da campionati, tornei, partite varie e quindi si riposa? Macché…approfittando dell’intreccio i Quattro Moschettieri del Santa Sabina si portano in quel di Bevagna, dove sono in svolgimento i Campionati Regionali di Cross a Staffetta. I ‘nostri’ si immergono, quasi nel vero senso della parola, nel tracciato provando a capirne i segreti, a coglierne i segnali ed infine a carpirne le strategie. Nell’atletica, in modo diverso che nel calcio, se hai una giornata storta non arrivi, mentre nell’altro caso i compagni possono aiutarti a recuperare da un errore oppure da una prestazione negativa. La staffetta è un modo per sentirsi squadra e provare a dare il massimo, contando anche sulla forza dei propri compagni. Il Campionato Regionale di Cross a Staffetta si è svolto a Bevagna, fortunatamente sotto un discreto sole, nonostante il terreno fosse davvero pesante.

IMG_9171.JPGCorrere non è mai semplice, e per i nostri Pulcini ancora di più in quanto gli avversari hanno comunque un anno in più, cosa non da poco in questa specialità. Nonostante ciò i Quattro Moschettieri sono stati veramente bravi, cercando di dare fin dalla partenza un impulso positivo ed importante, cercando le posizioni di testa per poter giocarsi tutto nell’ultima frazione. Pur avendo dovuto dividere i Quattro Moschettieri in due squadre, in un circuito lungo 480 metri, le squadre sono state competitive, con i ragazzi protagonisti assoluti. Alla fine i ragazzi hanno colto un fantastico 5° posto con una staffetta ed un podio, 3° posto, con l’altra squadra, distanziate tra di loro di pochissimi secondi. Davvero bravi i nostri Pulcini che hanno davvero ottenuto un risultato, a livello Regionale, di grandissimo prestigio.

Chiaramente poi c’è stata la rivincita nel campo da calcio a 5, dove tentando di essere obiettivo, non c’è stata davvero partita. Sarà perché i ragazzi hanno cercato di confondere gli avversari al grido di ‘sostegno’, ‘ampiezza’, ‘profondità’, ‘lungo linea’…no in verità questo lo ha detto Fabio Focaia rubando un termine del Cassio babbo!!!!! Comunque bravi ragazzi….

IMG_9173.jpg

Nel giorno di riposo per tante squadre, i Piccoli Amici 2010-2011 si sono dati appuntamento in quel di Santa Sabina per una mattinata di grande spettacolo!

 

unnamed.jpgSfida tutta in famiglia domenica 26 marzo tra i piccolini del 2010 e i piccolissimi 2011. Nonostante il clima amichevole nessuna delle 2 squadre ha sottovalutato l’impegno. I 2 mister hanno riunito i ragazzi in un briefing prepartita per preparare la tattica, e dopo un breve riscaldamento con slalom e tiri in porta inizia la partita. È stata gara vera, giocata sul campo intero giocando 6 contro 6. Massimo impegno da parte di tutti, perché nessuno ci sta a perdere. Tanti sorrisi e facce allegre, in mezzo a tantissime magliette rossoblu: cosa chiedere di meglio? Dal pubblico tuttavia iniziano le proteste e si accende un giallo. Alcuni hanno segnalato “interventi sospetti” da parte dell’arbitro, il Mister Giammarco Gatti, che è stato accusato di intervenire a più riprese dentro l’area dei 2011 per sbrogliare qualche situazione difensiva complicata per i piccolissimi. Inoltre è stato indiziato di avviare le azioni di attacco a danno dei 2010. In mancanza di riscontri oggettivi tuttavia si è deciso per l’assoluzione per mancanza di prove, non essendo applicata la prova tv (meno male…..). A fine gara, sotto un bellissimo sole di primavera, tutti contenti e dopo una bella corsa ad abbracciare i genitori spazio per un meritato terzo tempo ristoratore.

Grazie a tutti i Mister, 1-2-3 Santa Sabina Olèeeeee

unnamed-1.jpg

unnamed-2.jpg

I Fantastici (200)6 di mister Andrea Schipilliti staccano il pass per la Fase Finale del ‘Sei Bravo…a Scuola di Calcio’ entrando tra le magnifiche 8 migliori squadre della Provincia di Perugia.

Festa grande all’interno dello spogliatoio, ieri sera in quel di Solomeo, per i Pulcini 2006 guidati dall’ineffabile Andrea Schipilliti. Festa grande per aver centrato la terza vittoria consecutiva nel Sei Bravo…a Scuola di Calcio con i suoi Fantastici 2006 ed aver vinto, con pieno merito, il proprio Girone Eliminatorio. Questo successo permette ai ragazzi di mister Andrea di accedere alla fase finale, che inizierà il nove aprile, con le otto vincitrici dei gironi che si sfideranno in due gruppi da quattro squadre ciascuno, con le due prime classificate che si giocheranno la fase finale regionale. I successi contro Junior Magione e Ventinella, ottenute attraverso prestazioni davvero notevoli, avevano dato fiducia alla squadra dei Pulcini, ieri sera attesi dai pari età del Solomeo per l’incontro decisivo. C’era sicuramente molta attesa tra i tifosi e molta eccitazione tra i ragazzi, per il traguardo che era a portata di mano, anzi di campo da calcio! Mister Andrea, con calma serafica, cominciava a preparare la sfida, con particolare attenzione alla divisione dei ragazzi, che dovevano svolgere in contemporanea dei giochi/partite con diverse regole da rispettare: un 5v5 senza regole, un 5v5 con due ragazzi per lato a poter giocare esclusivamente in un corridoio, senza avere la possibilità di disturbare l’avversario ed un 4v4 senza portiere con regole libere. Dopo ogni sfida i bambini ruotavano, in modo da consentire a tutti di svolgere i vari giochi ed al termine delle varie competizioni, si disputava una partita 7v7 con tutti gli effettivi in campo. I ragazzi di mister Skip approcciavano il match con volontà, decisione e concentrazione, riuscendo a mettere in difficoltà i rivali in ogni gioco. Infatti, già dopo le tre modalità di confronto, i ragazzi di Santa Sabina erano sicuri della vittoria finale, ma non di meno hanno onorato l’impegno e soprattutto gli avversari giocando la partita finale con intensità e veemenza. Al termine di tutte le sfide il punteggio reciterà Santa Sabina 10,5 e Solomeo 0,5, con un plauso per i ragazzi locali in maglia blu che hanno davvero sputato l’anima e messo il massimo dell’impegno. Come sempre note positive da tutti i singoli, e ce ne sono davvero tanti, ma la vera forza di questa squadra rimane il collettivo, in grado di aiutarsi ed aiutare il compagno in difficoltà, permettendo di uscire dalle complessità nel migliore dei modi possibili. La spinta propulsiva sugli esterni di Davide Cofone, Angelo Henoc, autore di un pregevole gol di destro con una rasoiata dai sedici metri, Michele Bertinelli, l’astuzia ed il senso di rapina di Pierfrancesco Gentili, anche ieri a segno, la capacità di gestire e dettare i tempi di gioco della squadra da parte di Tommaso Pimpinelli, la capacità tecnica e tattica di Mattia Mancini e Simone Mazzoleni, la sicurezza di Nicolò Miccioni e il lavoro di collante tra i reparti di Stevan Cardaioli, Mattia Fiandrini e Giacomo Mencaroni. In ultimo positiva come sempre la prova di Leonardo Palazzetti, sicuro tra i pali nelle sfide a 5 e capace di dare sicurezza a tutti i compagni nelle altre giocate, e pur essendo di parte, direi tutto sommato positiva la prova del portiere di riserva Leo Flash Alunni, che pur con qualche sbavatura di troppo negli appoggi e qualche errore di posizionamento sulle conclusioni avversarie è stato davvero molto aiutato dai suoi compagni. Quando prima evidenziavamo la grande capacità collettiva di questa squadra, l’esempio più calzante riguardava proprio l’approccio di tutti i compagni nei confronti di Leo, aiutandolo negli errori, senza mai mortificarlo, permettendogli di dare un contributo positivo alla squadra e di giocare sereno.

Un plauso da parte della Società, quindi, a tutti i ragazzi, al mister Andrea per l’ottimo risultato colto, entrare tra le prime otto squadre della Provincia di Perugia non è cosa da poco, ed un grandissimo in bocca al lupo per la fase finale.

Vittoria di misura ed al fotofinish per il SantaFly in quel di San Marco

Esordienti 2005 Michele Gatti

San Marco Juventina – Santa Sabina   1-2 (1-3, 1-0, 0-1)

Bietta 1 – Ranocchia 1 – Scarabattoli 1 – Castello 1

Perché penso che il calcio sia un gioco meraviglioso? È uno sport di squadra che insegna a fare gruppo ed in cui il gruppo è fondamentale ed imprescindibile. Epperò è anche uno sport in cui il singolo può diventare decisivo in ogni momento. Non a caso oltre ai grandi trofei di squadra ci sono gli ambitissimi premi individuali: il pallone d’oro per il miglior giocatore della stagione, la scarpa d’oro riservata al miglior marcatore UEFA, il premio IFFHS per il miglior portiere della stagione. Ecco per il Santafly2005 abbiamo deciso di introdurre un nuovo ed ambitissimo premio individuale intitolato “il cuscino d’oro”. Istituito in occasione della prima di ritorno appena conclusa, è riservato a colui che riesce a rimanere in campo facendo finta di giocare pur avendo ancora l’impronta del suddetto cuscino sul viso.

Beh oggi l’assegnazione del premio è stata ardua, i candidati numerosi ma … non voglio togliervi la sorpresa.

Il primo tempo si parte subito forte, Bietta prova da lontano trovando la bella risposta in angolo del portiere avversario. Passa un minuto e nel giro di trenta secondi altre due ottime occasioni per i nostri rossoblu, Ranocchia murato dalla difesa avversaria e Scarabattoli in leggero ritardo sul bel cross di Paolo Ricci, non trovano esito. Al quinto minuto Scarabattoli sfonda sulla fascia sinistra e mette al centro, velo di Pieroni e Ranocchia a rimorchio ci porta avanti 1-0. Passano due minuti e Scarabattoli, dopo uno spettacolare cambio di gioco di Paolo Ricci, triangola con Pieroni che lo rimette davanti alla porta dove “Lellino” non perdona, 2-0.

Il San Marco prova a reagire mettendo pressione alla nostra difesa ed all’ottavo, da un disimpegno errato di Banella, si innesca l’ala sinistra del San Marco che dal fondo mette al centro per la punta avversaria che accorcia 2-1. Rischiamo anche il pareggio un paio di minuti dopo quando un disimpegno verso Bietta, vertice basso del solito rombo di centrocampo, viene intercettato da un giocatore avversario che prova la conclusione, debole e centrale, dalla distanza che non impensierisce Vaselli. La frazione si porta avanti combattuta ma con una netta predominanza rossoblu. Predominanza che si concretizza al diciottesimo con Bietta che, servito a metà campo da Paolo Ricci, si beve non meno di quattro avversari e batte a rete per il 3-1 che chiude la prima frazione.

Il secondo tempo riprende e si nota subito che l’inerzia della gara è cambiata, o meglio, si nota che qualcuno è seriamente intenzionato a portare a casa il “cuscino d’oro”. Castello trova, servito da Ale Ricci, una bella conclusione dalla distanza ma il tiro è centrale. Ci riprova all’ottavo cercando di sfruttare la corta respinta della difesa avversaria su una conclusione da fuori di Albertario. Al decimo il San Marco sfrutta la palpebra calante dei rossoblu, con un bel cambio di gioco l’ala destra serve il compagno, lasciato colpevolmente solo, sul lato opposto bravo poi a battere Carlani in uscita con un diagonale ad incrociare. Al tredicesimo rischiamo il KO con un tiro dalla distanza del 10 avversario che trova la deviazione e chiama Carlani al recupero della posizione per andare a bloccare la palla sotto l’incrocio. Al quindicesimo ci riaffacciamo in avanti ed è Albertario dalla distanza a testare le ottime capacità del portiere del San Marco che si difende in angolo. Portiere che si ripete due minuti dopo su conclusione sul primo palo di Luca Monti. La frazione si chiude sul punteggio di 1-0 per il San Marco con lo sguardo del mister Gatti che è tutto un programma.

Inizia il terzo tempo, decisivo per assegnare il match e, sopratutto, il famoso cuscino. Partiamo subito con un problema, Vaselli da forfait a causa dei postumi di un incontro ravvicinato con un banco avuto in mattinata in classe (???????). Rimane disponibile tra i pali, in versione “puttana maiala cam” di Allegriana memoria visto l’andamento della partita, il solo Carlani. Si parte forte però, il the e la ripassata Michele Gatti style sembrano aver avuto effetto, dopo quaranta secondi l’ennesima uscita palla al piede dalla difesa di Tomassini innesca Paolo Ricci che punta l’area avversaria e prova a servire Scarabattoli anticipato di un soffio al momento della battuta. Al quinto minuto Scarabattoli mette basso al centro, Pieroni anticipa sul primo palo ma non trova il bersaglio. Il Santafly2005 continua a premere ed a costruire occasioni ma non si sfonda, al tredicesimo ci prova Del Buontromboni da fuori area ma il tiro è centrale e facile preda del portiere. Bloccata anche la conclusione di Monti un minuto dopo. Finalmente al quindicesimo minuto su una palla in uscita dalla difesa avversaria all’ennesimo “Nicoooooooo forzaaaaaaa!!!” gridato dal bravo accompagnatore Carlani, Castello si avventa e va in rete. Rischiamo anche di raddoppiare prima con Cappelli, fuori di un soffio, e poi di nuovo due volte con Castello prima dalla distanza e poi in percussione da sinistra entrambe le volte bloccato dal portiere avversario. L’incontro si chiude con la meritata ma sofferta vittoria del Santafly2005.

Ed ora la parte più attesa e per cui tutti avete letto questo articolo fino in fondo. Vince, a sindacabilissimo giudizio del sottoscritto, il premio “cuscino d’oro”, staccando il secondo classificato Alessio DelBuontromboni, …. (rullo di tamburi) Nicolò Castello: per essere riuscito, girandosi nel sonno un paio di volte, a portare a casa il risultato ed a rischiare addirittura la doppietta.

-1-5.jpeg