Falsa partenza per i ragazzi di mister Ponch Milletti.

C’era stata la trasferta bergamasca, poi l’amichevole ben giocata con i pari età del Vivaio del Perugia, quindi tante aspettative per l’inizio ufficiale di una stagione che sarà molto lunga e interessante. Prima giornata che ci vede opposti ai cugini dell’Ellera già incontrati nel Campionato Invernale, una squadra molto quadrata e ben organizzata, dotata tecnicamente, forte fisicamente e in crescita. Nelle due sfide dell’altro campionato avevamo vinto tutti e sei i tempi, giocando bene e riuscendo a costruire un gioco molto ficcante e positivo. L’influenza del 2018 ha praticamente colpito tutti o quasi i nostri ragazzi e questa volta ai box rimangono purtroppo Matteo ‘Il Capitano’ Tarantino, a proposito tanti auguroni per il tuo compleanno, e Nick ‘Piede Caldissimo’ Panichella reduce da una grande prestazione nell’ultima amichevole pre-campionato contro il Magione. Due assenze davvero importanti, alle quali si aggiunge la nota positiva del rientro del nostro pittore preferito, quel Dado Matisse capace di disegnare traiettorie magiche con il suo mancino. L’atmosfera all’interno dello spogliatoio, che vi mostriamo grazie alle telecamere Sky, è molto rilassata, forse forse pure troppo!!!!

Mister Federico cerca di coinvolgere i ragazzi, vedendoli deconcentrati e inizia il suo mantra, fatto di suggerimenti, consigli e accortezze per evitare di andare fuori giri. Lo spiega in tutte le lingue possibili, in tutti i modi plausibili….

Terminata la fase di vestizione, lasciamo lo spogliatoio e ci incamminiamo verso il prestigioso campo in erba dell’Ellera, che oggi i nostri cugini hanno riservato per i Piccoli leoni. Mentre i ragazzi iniziano la fase di attivazione gli Ultras si sistemano in tribuna….

IMG_5677

…..prendendo in ostaggio il bar….

IMG_5679

…mentre il Solitario ha preso posto dal giorno prima….

Iniziamo la sfida con le squadre al saluto verso gli spettatori….

IMG_5684

Leo ‘Faccio Atletica Non Il Portiere’ tra i (nostri) pali, difesa alla Guardiola con due centrali vicini tra di loro, Leo Fifinho e Stefy Manolas, centrocampo a cinque con due esterni di ‘fatica’ Fefo Breitner Cassieri e Filo Dele Alli Zuccherini e tre centrali con Dado Matisse interno sinistro, Aladino interno destro e Ale Modric Billorosso centrale. Filo Skhuravy Mattioli punta arrembante con Bip Bip Papi e DiCarmine Focaia prontissimi al subentro. Dopo cento secondi e dodici (simil) imprecazioni in lingua spagnola del mister Fede, passiamo in vantaggio con il primo gol stagionale di Leo Fifinho con un bolide terra-aria dai diciotto metri che il portiere non riesce neppure a veder partire. Il vantaggio dovrebbe mettere la gara su binari migliori, infatti dopo altri centotrenta secondi raddoppiamo: angolo dalla sinistra battuto da Sugar, con sfera che giunge sui piedi di Breitner Cassieri, lestissimo a ribadire in rete. Il doppio vantaggio accende l’Ellera e spenge le nostre velleità offensive. Ci abbassiamo pericolosamente e non riusciamo più a far girar palla. Un paio di conclusioni controllate dalla difesa e da Leo, fino alla rete dei locali. Corner dalla destra, il nostro Leo che ‘buca’ l’uscita e riusciamo a far rimanere la palla in area per diciassette secondi (cronometrati) e per ogni secondo c’è un aggettivo del mister. Diciamo non proprio signorile, neppure volgare, ma arrabbiato per non riuscire a trovare il bandolo della matassa. Il centrale dei biancazzurri tira, Leo si trova in traiettoria, ma la sfera carambola sull’attaccante bravo a chiudere in rete. La rete non ci scuote in modo positivo e sono ancora i ragazzi di casa a sfiorare il pari, mentre noi siamo con il motore in folle. A sessanta secondi dal termine, un filtrante del Cassio imbecca Filo Mattioli che s’invola verso la porta avversaria, supera il portiere con un lob e depone palla in rete. Un bellissimo goal di un positivissimo Filo Skhuravy. Il mister non lesina commenti e critiche, cercando di stimolare i ragazzi per la seconda frazione che si presenta davvero difficile per come abbiamo gestito la seconda parte del tempo.

IMG_5680 2

Gli Ultras cominciano a innervosirsi….

Partiamo e l’atteggiamento dei locali è ben diverso dalle precedenti edizioni. Pressano, giocano in modo deciso, a volte anche un filino troppo, ma riescono a metterci in difficoltà e da una ripartenza in contropiede al 2° minuto passano in vantaggio. Lo schiaffo è davvero forte e ci fa piegare le gambe. Impieghiamo qualche minuto per riassestarci ed al 5° minuto è una fucilata dai sedici metri di Aladino a riportarci in parità. La rete ci galvanizza, ma le polveri sono bagnate e sono i ragazzi di casa a pressarci con intensità, mettendoci sovente in difficoltà. Rischiamo più volte di capitolare, mentre costruiamo due palle gol: un tiro fotocopia al gol di Aladino respinto con merito dal portiere e un contropiede di FrecciaRossa Focaia chiuso dall’intervento del difensore al limite del regolamento. L’arbitro ha chiesto l’intervento della VAR, ma non sono stati ravvisati estremi per il fallo!!!!! Battute a parte si chiude il tempo e dopo sette tempi consecutivi persi, l’Ellera strappa meritatamente un pari.

 

IMG_5681Lo sguardo del Capitano (11!!!!!!) è tutto un programma….

Il Terzo Tempo è da tregenda…dagli sviluppi di un corner, la palla rimane nei paraggi della porta e l’Ellera ci punisce con un euro gol dell’attaccante che infila la sfera dove, oggettivamente, Leo non può arrivare. La rete mette le ali ai locali, mentre noi usciamo dal campo. Dopo altri quattro minuti di pressione totale, l’Ellera raddoppia con una sventola dell’attaccante dai quindici metri che s’infila sotto il ‘sette’. Due bellissime conclusioni, due reti che in altri contesti non avremmo mai subito. Il mister è un leone in gabbia, e Zuccherini ha sempre il timore di prendersi uno sventolare tanta è la passione che anima mister FEDMIL. Al dodicesimo minuto l’apoteosi: rimpallo sulla nostra trequarti, con la sfera che giunge dalle parti di Leo, un paio di metri alla sua destra. Il nostro stoppa la palla e in modo talmente assurdo che persino Odifreddi ha preferito non commentare (matematicamente parlando), rinvia la sfera appena fuori area, preda dell’attaccante che tutto pensava tranne che di ritrovarsi palla tra i piedi. Due passi e botta di destro per il 3-0. Siamo completamente in bambola. Realizziamo l’1-3 con un tocco di tacco di Filo Mattioli, MVP di giornata e chiudiamo con un fallo ai danni dell’imprendibile FrecciaRossa Focaia, letteralmente abbattuto, in senso buono e sportivo, da un avversario. Pareggiamo una partita che l’Ellera avrebbe meritato di vincere per intensità e voglia di giocare. I quindici minuti di confronto dentro lo spogliatoio, se volete un paragone immaginate Spalletti con i ‘fenomeni’ dell’Inter,  sono la parte bella della giornata, convinti che i ragazzi faranno tesoro dell’esperienza.

IMG_5685

Alla prossima…ci attende il Perugia….