Questo pazzo pazzo maggio non ne vuol sapere di lasciarsi alle spalle freddo e pioggia. Noi invece non vogliamo lasciar passare neppure una foto, un racconto.

Iniziamo il nostro consueto scorrere tra i vari campi della provincia assieme ai nostri ragazzi, salutando un gruppo davvero bello, simpatico, combattivo e molto unito. Categoria 2004, allenatore Matteo Tancini, tante belle soddisfazioni nel corso dell’anno. Li salutiamo con il pari contro la Nuova Fulginium per 2-2 con le reti di Di Luccio e Scarfone. Adesso spazio ai tornei con tante altre belle soddisfazioni. Bravi ragazzi.

IMG_8332

Dopo aver salutato i ragazzi del Tancio, passiamo di categoria, anzi scendiamo di qualche buon gradino e abbracciamo i Mitici 2010 di mister Miccichè impegnati al Torneo di Bastardo.

Torneo Bastardo 2010

mr. Miccichè

Secondi classificati girone GOLD

Marcatori: 6 Borghesi; 3 Passariello; Coloni; Milia; Seydi; Dattolo; 3 autoreti ( che fanno comunque piacere)

Cielo finalmente sereno e temperature calde ma non troppo fanno da cornice ad una giornata di festa e di sport trascorsa all’insegna del divertimento puro.

I 10 guidati da mister Miccichè rimaneggiati a
causa di gite fuori porta, cresime, comunioni etc. accendono le micce e partono subito a razzo. Oggi si fa sul serio, non ce n’è per nessuno e la malcapitata Virtus Foligno deve fare i conti con la fame di vittoria, bel gioco e tanta grinta dei nostri.

Tocca ora ai padroni di casa della Vigor NGB bianca a cui va un plauso speciale trattandosi di squadra interamente composta da 2011 a cui non riserviamo, però, sconti. Stesso campo, stessa musica, stessa grinta e stesso numero di gol subiti. Chiudiamo 2-0

Mister Pier cammina a mezzo metro da terra!
In gara 3 incontriamo la forte, ben organizzata e tecnicamente validissima

Marte Calcio. Sono ormai le 12:15, la fame inizia a farsi sentire e nel primo tempo ci servono primo, secondo e contorno. 0-3

IMG_8359La ripresa ci vede più determinati e riusciamo a farci sotto, che però non bastano a non farci ingoiare l’amaro boccone. Alla fine è 2-3. Chiudiamo secondi nel girone e ce ne andiamo a pranzo, quello vero.

IMG_8358Ormai sazi, nell’attesa che i nostri supporters finiscano di trangugiare le loro portate, i nostri rosso-blu si rilassano al sole sorseggiando caffè (forse d’orzo…) mentre guardano la sfida tra le nostre avversarie nel triangolo previsto per il pomeriggio tra la Nuova Fulginium e gli, stavolta, pari età della Vigor NGB verde. Gara ricca di emozioni da una parte e dall’altra terminata con un 3-3 a noi favorevole per la conquista della medaglia più ambita.

Dopo aver ascoltato in cerchio le ultime disposizioni del mister, ci schieriamo in campo a rombo pronti per vincere anche questa. Ma sarà stata la troppa geometria o la troppo poca caffeina dell’orzo…che buschiamo un pesante 1-5 che ci fa lavorare di matematica, che fa tornare Pier coi piedi per terra e a noi abbandonare le speranze nel primo posto.

Ultima battaglia. Orgogliosi e convinti affrontiamo gli ultimi 20 minuti concentrati, cinici e spietati. Chiudiamo il torneo secondi nel girone GOLD sconfiggendo i favoriti padroni di casa con

un netto 6-2

A Santa Sabina riportiamo 10 bambini sorridenti e soddisfatti; 1 mister sorridente e soddisfatto; 16 gol fatti e 10 subiti. Ma soprattutto una giornata di serenità da conservare nel baule dei ricordi. Bravi i nostri 2010!!!

Chiudiamo la parentesi delle sfide nei vari Tornei, con le tre partite del gruppo 2007. La prima sfida vede protagonisti i ragazzi di mister Gabriele Nicoletti, che vanno per le oltre quaranta partite nel corso della stagione e cominciano a patirne qualche difficoltà. Nel nostro Torneo Mariotti, affrontavano la favorita numero uno del Torneo, i rossoverdi ponteggiani della Pontevecchio, scesi a Santa Sabina con l’unico intento di portarsi a casa i tre punti della sfida. Un tempo chiuso sul pari, per 2-2, con tantissima fatica, ma anche meritando e giocando molto bene, con gli altri due tempi appannaggio degli ospiti, bravi a sfruttare le occasioni create e ad approfittare della stanchezza dei rossoblù. Il Torneo Mariotti è ancora lungo, altre sfide attendono i ragazzi di Gabriele che saranno sicuramente riscattarsi al meglio.

IMG_8372

Non da meno assolutamente, i ragazzi di mister Giusti, anch’essi impegnati contro una delle favorite del Torneo, i blasonati gialli della Don Bosco, capaci di giocare a testa alta e di lottare per almeno due tempi alla pari contro i quotati rivali. Anche per i ragazzi di mister Luca comincia a farsi sentire la stanchezza, dopo un’annata trascorsa con tanti impegni e con molti dei suoi giocatori alle prime esperienze con partite in serie così come i vari calendari dei tornei oramai propinano. La qualificazione è ancora possibile, mancando due partite che vedranno i ragazzi di mister Luca dare il massimo, come peraltro sempre fatto durante la stagione.

IMG_8365

Stesso discorso per i ragazzi di mister Federico Milletti, che hanno festeggiato in piscina il compleanno di Leo Fifinho, con tuffi, partita di pallanuoto annessa e tante ‘ferite’ di gioco, conseguenza di ‘testate’, entrate in scivolata al limite del regolamento, falli visti e non!!!! Questa era la vera sfida di giornata…..

IMG_8333

Ovviamente grazie a Valentina e Francesco per la bella iniziativa…

IMG_8346

Foto di rito…

IMG_8348

Intervento del VAR per la concessione di un calcio di rigore…..

Dopo la bella festa siamo andati a Santa Maria degli Angeli, per l’esordio nel 3° Torneo L. Tarpanelli, opposti ai blu del Cannara, squadra molto forte e quadrata. La stanchezza, di giornata e di stagione, ha messo in difficoltà i ragazzi di mister Federico, di solito molto tranquillo nel vedere i suoi ragazzi non correre alla Mo Farah durante una partita. Quando gli abbiamo chiesto a quale allenatore si ispirasse, il nome di Jurgen Klopp è emerso senza neppure farne cenno. Per ricordarlo al grande pubblico riportiamo uno stralcio di un’intervista di 5 anni fa quando allenava il Borussia Dortmund.

‘Mister, Rafa Benitez ha detto che il calcio è bugia. Per lei cos’è?’‘Energia. Sono felice quando le statistiche a fine partita dicono che abbiamo corso 10 kmpiù degli avversari. C’è chi obietta: si deve correre nella direzione giusta. Okay, nella direzione giusta, ma meglio 10 km più degli altri. È la prima regola che ti danno da bambino: corri’.

‘Il suo è un calcio primitivo?’

‘Vai, dai tutto. Se non si dà tutto, non mi diverto. Mi annoia vincere in un altro modo. Quando non corriamo più degli altri, io sbadiglio. Diventa come il tennis.’

Il mister Federico è l’essenza di ciò. Corri, dai tutto. Alla fine è ciò che realmente conta.

IMG_8338

Prima del riscaldamento il mister chiede ai ragazzi chi fosse stanco e una serie di mani alzate si stagliano all’orizzonte….’Andiamo bene, andiamo…!!’ Ma sorride e si coccola i suoi ragazzi, spedendoli in campo con il solito motto…’si corre eh…forza…’ I ragazzi del Cannara ci attendono in campo, pronti per la sfida.

IMG_8339

Primo tempo molto tattico, con la squadra rivale che attende sulla metà campo, per poi aggredirci, sportivamente parlando, e raddoppiare su ogni portatore di palla. Fatichiamo a trovare spazi, benché il campo sia bellissimo e ampio. Teniamo palla, facciamo girare la squadra e riusciamo anche a farlo velocemente, ma poi ci manca il guizzo finale per entrare nelle maglie blu del Cannara. Ci prova Nick Piede Caldo, nonostante un fastidio al polso, ci prova il Tank, ci prova Bip Bip, ma le conclusioni sfiorano la porta avversaria. Andiamo al riposo sul risultato di perfetta parità di 0-0. Il mister spinge i ragazzi a dare lo strappo necessario, ma la stanchezza appare trasparire dai volti dei ragazzi. Invece rientriamo e nel secondo tempo maciniamo gioco. Il mister s’inventa Il Capitano alla Lahm, spostando il Tara in mezzo al campo e inserendo Sugar Candreva in fascia mancina. La mossa apre interessanti capitoli di gioco per i ragazzi, che sfruttano un paio di serpentine del capitano in proiezione offensiva alla Javier Zanetti. Inarrestabile, il nostro arriva due volte sulla linea di fondo e crossa, permettendo di creare due palle gol che solo ‘Una Serie di Sfortunati Eventi alla Lemony Snicket’ non trasforma in gol. Facciamo noi la partita, costringendo il Cannara ad abbassare la linea difensiva cercando rimedi contro le percussioni di ZanettiTara. Spesso la retroguardia dei blu riesce nel suo intento, ma nulla può al nono quando l’ennesima percussione del Tractor Zanetti Tara spedisce la palla tra i piedi del Tank che si gira in stile Falcon, versione Chiusi e infila per il vantaggio rossoblù. I ragazzi di Cannara provano ad alzare il ritmo, ma i rossoblù tengono duro e provano anche il contropiede, con cui Sugar prima e ancora il Tank sfiorano il raddoppio. I blu hanno l’occasione giusta per pareggiare, ma la sciupano con l’attaccante, bravo a liberarsi ma impreciso nella conclusione. La regola del gol mancato, gol subito non si fa attendere e Stefy Manolas insacca il suo quarto centro stagionale per il 2-0 finale. Il mister chiama a se i suoi ragazzi per gli ultimi quindici minuti di gioco, facendo leva sull’orgoglio e sulla voglia di bissare il successo di Chiusi. Le squadre rientrano più volitive che mai e la gara si accende. Ed arriva anche il momento che rende bella una giornata di per se davvero fantastica: siamo al settimo minuto, la gara è sullo 0-0 e il Cannara realizzando una rete potrebbe chiudere in parità il match. Tanta tensione e adrenalina quindi. Il mister chiama Aladino per inserire Nick Panic Room, che subentra mentre la sfera passa per la fascia sinistra, proprio in prossimità delle panchine. Nick si trova la palla praticamente sui piedi, avanza, salta il difensore centrale del Cannara, si accentra e lascia partire un bolide che s’insacca sotto il ‘sette’. Ci accorgiamo subito che qualcosa non va, poiché Nick è stato facilitato dall’essersi trovato sulla linea della palla, entrando dalla panchina e quindi sfruttando un aiuto. Il mister avversario non dice nulla, si volta solamente verso la nostra direzione. Mister Federico richiama l’arbitro chiedendogli di non tener conto della rete e di andare avanti. Basta questo semplice, giusto, corretto gesto per ritornare con i piedi per terra e pensare che forse non tutti sono ‘strani’. Al termine del match, che vinciamo, il simpatico e pacato mister del Cannara si avvicina per salutarci, mentre mister Federico si scusa nuovamente con lui per l’episodio. Il mister del Cannara, che ringraziamo e che vogliamo segnalare, risponde: ‘nessun problema, non siamo qui per discutere o litigare, ma solo per loro – indicando i bambini. Saluta Federico, gli accompagnatori e uno per uno tutti i bambini, dicendo loro di essere stati davvero bravi. Ecco, allora esiste qualcuno così, qualcuno che educa i ragazzi, qualcuno che non sbraita, non urla, non impreca, ma che viceversa sorride anche dopo una sconfitta. Non conosciamo il tuo nome, ma ti assicuro che cercheremo di averlo perchè meriti di essere nominato e applaudito perchè è con il tuo esempio che riusciamo a considerare questo sport, come bellissimo, emozionante, educativo. Grazie mister del Cannara per aver dato esempio di comportamento eccezionale.